top of page

Decima tappa - Forio d'Ischia

26 gennaio - Un uomo a tre cuori


La settimana a Forio d’Ischia è volata tra moltissime visite, luoghi straordinari e incontri speciali.

Tra questi, quello con Augusto e la sua signora che ci hanno fatto sentire in modo chiaro e coinvolgente quanto possa essere intenso l’amore. La prima a fare l’ecocardiogramma è stata lei: decisa e disinvolta ci ha guardato con attenzione mentre Nico la preparava. Dopo Augusto, che, malgrado l'aspetto roccioso e molto serio, sembrava molto teso e preoccupato. È stato tutto il tempo mano nella mano con la sua compagna, seduta lì vicino.

Un uomo a tre cuori: uno nel petto, uno nello schermo e uno biondo, dallo sguardo limpido e rassicurante, accovacciato vicino a lui.


Poi l’ex sciatore di 84 anni che, alla faccia di chi di noi pensava che la scaletta della barca fosse un po’ ripida, è sceso sottocoperta e risalito, con il bastone in una mano. Viva la vita!


E le tre donne che cucinavano spaghetti nelle fumarole sulla spiaggia dei Maronti, riproponendo un metodo di cottura molto antico, oggi tra le particolarità di Forio .


Domani lasciamo quest’isola e i suoi abitanti. Noi abbiamo esaminato i loro cuori. Loro, anche loro, rimarranno nei nostri.


Salutiamo Ischia con una poesia di Adrian, ispirato da questa terra magnifica


Ischia è


Ischia è il sole che veste il paradiso

Ischia è il sapore di un limone appena raccolto

Ischia è il tappeto del mare per i passi dei marinai

Ischia è il venticello tiepido che avvolge i cuori

Ischia è un terrazzo per i riposi dei gabbiani

Ischia è il vicolo d’oro che ci porta al mare

Ischia è il richiamo di una notte d’amore

Ischia è il silenzio la passione la pace

Ischia è la parola che ascolta, che tace

Ischia è una vela del cuore

Ischia sei tu il mio grande amore



Comentarios


bottom of page